Frotteurismo

Il Frotteurismo

frotteur

La parola deriva dal francese frotter che vuol dire sfregare.  Lo sfregatore ama, vestito, strusciarsi contro un altro corpo. Chi non ha avuto nella propria vita esperienze di frotteurismo? Per chi ha la mia età l’ adolescenza, visti i tabù dell’ epoca,  era caratterizzata da rapporti con le ragazze che si limitavano al toccarsi e strusciarsi reciprocamente sopra i vestiti. Perchè si parli di problema e di parafilia, il Frotteurismo comporta il toccare e lo strofinarsi contro una persona non consenziente. Questo comportamento, in genere operato da soggetti di sesso maschile, solito si manifesta in luoghi  affollati, da cui il soggetto può facilmente dileguarsi (per es., marciapiedi affollati o mezzi di trasporto pubblico). Il soggetto strofina i propri genitali contro le cosce o le natiche della vittima oppure palpeggia i suoi genitali o le mammelle. Facendo questo egli di solito fantastica una relazione esclusiva di intimità con la vittima. Alcuni soggetti preferiscono che la vittima non si accorga di nulla, altri hanno bisogno di vedere delle reazioni per eccitarsi. Comunque, tutti si rendono conto che per evitare possibili procedimenti giudiziari, devono evitare di essere scoperti dopo aver toccato la sua vittima. Di solito la parafilia esordisce nell’adolescenza. La maggior parte degli atti di frotteurismo avvengono quando il soggetto ha 15-25 anni, dopo di che vi è un graduale declino nella frequenza.

Per alcuni versi questo tipo di deviazione, può essere associato alla pratica di molestare telefonicamente e anonimamente le vittime proponendo oscenità( Scatologia telefonica o Pornolalia)

Concludendo diciamo che il frotteurismo spazia tra un comportamento adeguato, quando è condiviso dal partener, ad uno deviato, quando è imposto all’ altro per soddisfare i propri bisogni.