Pedofilia

Pedofilia

Il il termine pedofilia deriva dal greco: pais, ragazzo e philia, amore.

 Il pedofilo è attratto da bambini sotto i 14 anni, generalmente femmine. Normalmente c’ è una predilezione per uno dei due sessi, e di regola il pedofilo si eccita solo con bambini e non ha altre forme di rapporti sessuali.

Il pedofilo può limitarsi a spogliare il bambine per masturbarsi in sua presenza, o si spingono a accarezzarlo. Nei casi più gravi arrivano a penetrare la vagina o l’ ano con oggetti, con le dita o con il pene.

Raramente il pedofilo è consapevole di attuare un comportamento prevaricatorio nei confronti della vittima. Più spesso si convince che il bambino sia consenziente, che ne tragga piacere sessuale fino al punto di provocare.

Frequentemente la violenza è rivolta a componenti della famiglia, figli o figliastri, ma altre volte il pedofilo si organizza per entrare in contatto con bambini estranei, magari corteggiando e perfino sposando una donna con figlio attraente.

Frequente è la minaccia al bambino perché non parli dell’ accaduto. Tranne pochi casi, la pedofilia è spesso associata a sadismo sessuale.

Di solito è un tipo di patologia cronica, e frequentemente il pedofilo è stato abusato a sua volta da bambino.

La pedofilia ha tutte le componenti della parafilia o perversione sessuale: c’ è l’ abuso nei confronti di un partner non consenziente, e c’ anche la componente feticistica del rapporto con una parte presa come se fosse il tutto.