Problemi dell’ eiaculazzione e Eiaculazione precoce

DISTURBI DELL’EIACULAZIONE

 

L’ eiaculazione può avvenire, rispetto al momento voluto:

  1. Prima. Eiaculazione precoce; se avviene prima dell’introduzione del pene in vagina, parliamo d’Eiaculazione ante-portam.
  2. Dopo. Eiaculazione ritardata il maschio ha difficoltà a raggiungere l’orgasmo e l’eiaculazione.
  3. Mai. O a distanza di tempo dal termine del coito.

 

Infine può esserci l’eiaculazione senza orgasmo.

L’ eiaculazione precoce è molto frequente: il 30% della popolazione maschile ne soffre o ne ha sofferto.

Può trattarsi, infatti, di un fatto occasionale, che è superato dalla coppia senza traumi.

In questi casi, di norma, la coppia ha rapporti sessuali soddisfacenti per entrambi, e l’episodio occasionale d’eiaculazione precoce è vissuto come una possibilità che non crea problemi.

Il problema è avvertito dalla partner quando l’episodio cessa d’essere sporadico, o addirittura è una caratteristica del comportamento sessuale del partner, che ritiene di non avere problemi.

Sovente appartengono a questa categoria gli eiaculatori ante-portam e quelli che raggiungono l’orgasmo in vagina subito dopo la penetrazione o dopo pochi “colpi”.

Le cause dell’eiaculazione precoce non vanno ricercate in patologie organiche, cosa che invece va considerata nel caso d’eiaculazione ritardata, che potrebbe essere generata dall’uso di farmaci, specie psicofarmaci e antipertensivi, o da malattie organiche.

Nell’ eiaculazione precoce, il rapporto di coppia è importante per il suo superamento. Un atteggiamento da parte della partner che tende a sdrammatizzare aiuta il maschio a non entrare nel loop dell’ansia anticipatoria che diviene causa delle defaillances successive.

 

Esiste infine anche nell’uomo un dolore nell’eiaculazione dovuto alla contrazione spastica delle fasce muscolari interessate al processo eiaculatorio, analogo al vaginismo della donna.